Per ottimizzare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione si autorizza l'uso dei cookies. Maggiori informazioni
Accetto
10 Aprile 2012 - Avviso di gara

Ultimo aggiornamento 21/03/2018


Pubblicazione: 10/04/2012


Contenuto:

Gara di appalto per l’affidamento dei lavori di sostituzione rete gas metano in ghisa e acciaio non protetto con tubazioni in polietilene nei Comuni di Firenze e Montecatini Terme (Pt) – lotti 1, 2, e 3 - rif. prot. Aplog 101/2012.

Data di trasmissione del bando di gara alla Commissione della Comunità Europea: 10 aprile 2012 – pubblicato su GU/S 71 del 12-04-2012 rif n. 118392.

Risposte ai quesiti

Quesito n. 1 (inserito in data 19/04/2012)

Con riferimento ai quesiti posti in merito al criterio di aggiudicazione al prezzo più basso indicato in gara, si precisa quanto segue:

relativamente al criterio di aggiudicazione al prezzo più basso indicato in gara, si conferma che non verrà applicato il meccanismo del cosiddetto “taglio delle ali” (disposizione prevista all’art. 86 del D.gs. 163-2006 e s.m.i. ma facoltativa per i soggetti operanti nei settori speciali quali Toscana Energia S.p.a.). In proposito, il bando di gara, al punto VI.3 lett. c), stabilisce che: “La stazione appaltante si riserva di sottoporre a verifica l’offerta risultata migliore e la seconda in graduatoria qualora appaiano anormalmente basse, secondo le modalità di cui agli artt. 87 e 88 del D.Lgs. 163-06 e s.m.e.i.”.

Quesito n. 2 (inserito in data 10 / 05/2012)

Con riferimento ai quesiti posti in merito alla visione obbligatoria della Normativa Tecnica Aziendale, premesso che per l’effettuazione della stessa devono essere previamente presi contatti con il personale tecnico aziendale ai recapiti telefonici indicati nel Bando di Gara al punto VI.3 lett. b), si precisa quanto segue:

1) la presa visione obbligatoria della Normativa Tecnica Aziendale, come stabilito nel Disciplinare di Gara, può essere effettuata esclusivamente attraverso uno dei sottoelencati soggetti:

- un Legale Rappresentante o un Direttore Tecnico dell’impresa muniti di fotocopia di un documento probatorio atto a dimostrare la carica ricoperta;

- una persona appositamente delegata, munita di specifica delega rilasciata dal titolare o legale rappresentante, redatta su carta intestata dell’impresa, con allegata fotocopia del documento dal quale risulti la carica ricoperta dal delegante.

Restano salve le ulteriori disposizioni in materia previste nel citato Disciplinare di Gara.

2) La presa visione obbligatoria della Normativa Tecnica Aziendale è unica per tutti e tre i lotti di gara. Pertanto verrà rilasciata una sola attestazione come previsto nel Disciplinare di Gara.

Quesito n. 3 (inserito in data 21/05/2012)

Con riferimento al quesito posto relativamente alla dichiarazione da rendere di cui al paragrafo 2 lett. T del “Modello 2” , si precisa quanto segue:

nel “Modello 2” alla lettera T è prevista la dichiarazione in merito al possesso del requisito di cui al punto III.2.1 lett. e) del Bando di Gara.

La citata disposizione del Bando di Gara stabilisce che non è ammessa la partecipazione alla gara di concorrenti per i quali sussista “il mancato possesso dei requisiti di cui all'art. 2 del D.P.R. 177 del 14.9.2011 in materia di qualificazione delle imprese operanti in ambienti sospetti di inquinamento e luoghi confinati, in riferimento alle lavorazioni riconducibili alla categoria SOA OG6 (pertanto tali requisiti devono essere posseduti dai soli soggetti che intendono assumere le lavorazioni riconducibili alla categoria SOA anzidetta)”

Tale requisito deve quindi essere posseduto, già in fase di gara, dai soggetti che si candidano ad eseguire lavorazioni riconducibili alla categoria prevalente OG6 (in quanto solo per esse sussistono i rischi di cui al citato D.P.R.).

Conseguentemente, il concorrente che intenda partecipare come impresa singola, deve necessariamente essere in possesso del requisito in questione, posto che comunque dovrebbe eseguire almeno in parte le lavorazioni riconducibili alla categoria SOA OG6 (lavorazioni che possono essere subappaltate solo per il 30%).

Nel caso di raggruppamento temporaneo di imprese o consorzio ordinario di tipo orizzontale, il requisito dovrà essere posseduto necessariamente da tutte le imprese raggruppate / consorziate, in quanto le medesime si candidano per eseguire, quota parte, tutte le prestazioni di appalto.

Diversamente, nel caso di raggruppamento temporaneo di imprese (o consorzio ordinario) di tipo verticale, il requisito dovrà essere posseduto almeno dalla impresa mandataria capogruppo, in quanto la mandante si candiderebbe solo per l’esecuzione delle lavorazioni riconducibili alla categoria SOA OG3 per le quali non sono previsti i rischi in questione.

Pertanto, nella dichiarazione di cui al punto T del Modello 2, occorre:

- barrare la prima ipotesi nel caso si partecipi singolarmente o in raggruppamento temporaneo di imprese /consorzio ordinario di tipo orizzontale;

- barrare la seconda ipotesi nel caso di impresa che partecipi solo per eseguire le lavorazioni di cui alla categoria SOA OG3 e quindi nel caso di impresa mandante di un raggruppamento temporaneo di imprese/consorzio ordinario di tipo verticale.

Quesito n. 4 (inserito in data 25/05/2012)

Con riferimento al quesito posto in materia di avvalimento, si precisa quanto segue:

qualora il concorrente, al fine della partecipazione alla gara per più lotti, intenda fare ricorso all’istituto dell’avvalimento per i requisiti di qualificazione previsti dal Bando di gara in riferimento a più di un lotto, si ritiene possa essere presentato un unico contratto di avvalimento con l’impresa individuata quale ausiliaria, in luogo di distinti contratti (uno per ogni lotto offerto), fermo restando che il medesimo deve fare espressamente riferimento ai lotti per cui necessita l’avvalimento, in alternativa l’uno con l’altro; deve pertanto essere stabilito che il contratto esplicherà i propri effetti, in caso di aggiudicazione, per il solo lotto aggiudicato.

Resta inteso altresì che il contratto di avvalimento e l'ulteriore documentazione a corredo, deve essere conforme alle norme vigenti in materia.

Quesito n. 5 (inserito in data 30/05/2012)

In riferimento ai quesiti posti in merito alla dichiarazione da rendere in sede di gara di cui al modello 1A (ovvero 1B, 1C, 1D), relativamente alla presenza di un numero di operatori muniti di patente in corso di validità rilasciata da enti accreditati e alla disponibilità di apparecchiatura per l’intercettazione del flusso gas per mezzo di palloni otturatori senza fuoriuscita di metano, di seguito riportati:

1) qualora l’impresa non sia in possesso degli elementi suddetti, se non possa partecipare alla gara,

ovvero

2) possa partecipare ma debba indicare tali elementi come lavorazioni che intenda affidare in subappalto o in cottimo ad altra impresa,

ovvero

3) possa in qualunque caso partecipare e solo dopo l’aggiudicazione provvisoria possa essere proceduto a stabilire le modalità corrette per svolgere tali prestazioni,

si precisa quanto segue:

- il Bando di Gara stabilisce al punto VI.3 lett. s), che il soggetto risultato aggiudicatario dovrà in particolare garantire, in fase di esecuzione contrattuale:

- la disponibilità di apparecchiatura per l’intercettazione del flusso gas per mezzo di palloni otturatori senza fuoriuscita di gas metano, che consenta l’esecuzione di interventi di manutenzione (interventi di attivazione) sulle tubazioni garantendo la continuità di erogazione. In proposito, il personale adibito all’utilizzo di tale apparecchiatura, dovrà essere a ciò adeguatamente formato;

- la presenza di un numero di operatori muniti di patente in corso di validità rilasciata da enti accreditati (IIS,RINA o altri enti certificatori) per l’esecuzione di saldature in acciaio e polietilene norma UNI EN 287/1 e UNIEN 9737, tale da garantire il regolare e puntuale espletamento delle prestazioni contrattuali con le modalità tempistiche previste nel contratto stesso.

In merito ai suddetti punti, in fase di gara il concorrente dovrà rilasciare specifica dichiarazione di impegno (come da disciplinare di gara e suoi allegati) a fornire, in caso di aggiudicazione, prima dell’inizio dei lavori, idonea documentazione atta a comprovarne la disponibilità (e relativa formazione) e la presenza, a pena di revoca dell'affidamento.

Ciò premesso, in relazione ai quesiti sopra riportati si forniscono le seguenti risposte:

1) Tali elementi non rappresentano un requisito di partecipazione alla gara ma attengono alla fase di esecuzione contrattuale.

2) Possono essere oggetto di subappalto (in tal caso deve essere manifestata l’intenzione di ricorrere al subappalto in sede di offerta come previsto dalle norme di legge e dalla documentazione di gara, con indicazione delle parti di opere che si intende subappaltare).

3) In caso di aggiudicazione la presenza e la disponibilità degli elementi in questione possono essere garantite altresì negli altri modi consentiti dalle leggi vigenti.


Download





Sede Legale:
P.zza E. Mattei n° 3
50127 Firenze
Tel. 055 43801
Fax 055216390
info@toscanaenergia.it
toscanaenergia@pec.it
Sede Amministrativa:
Via Bellatalla n° 1, Loc. Ospedaletto
56121 Pisa
Tel. 050 848111
Fax 050 9711258