Distribuzione gas in Toscana

Siamo leader nel settore della distribuzione del gas naturale in Toscana e lavoriamo per fornire un servizio d’eccellenza al territorio

Numeri chiave

Gestiamo il pubblico servizio di distribuzione gas, che consiste nella realizzazione e nella gestione degli impianti e delle tubazioni interrate e fuori terra, fino ai punti di riconsegna a i clienti finali.
La distribuzione del gas è resa possibile dalle attività di pro gettazione, direzione lavori, collaudi, gestione iter autorizzativi, posa in opera di tubazione e costruzione di impi anti di prelievo, di protezione catodica, di riduzione della pressione e di allacciamento per ogni tipologia di utenza.

8.018
Km di tubazioni
797.977
Punti di riconsegna attivi
1.102
Milioni di metri cubi di gas distribuito nel 2021

Sicurezza e qualità del servizio

Distribuiamo il gas a case e aziende toscane, garantendo la continuità del servizio, l’efficienza della rete e l’intervento in caso di emergenza. Abbiamo a nostra disposizione le tecnologie più avanzate e operatori esperti.

Ricerca programmata delle dispersioni

Svogliamo quotidianamente un’attività di ricerca programmata delle dispersioni la quale si consente di intervenire tempestivamente in caso di eventuali fuoriuscite incontrollate di gas dall'impianto di distribuzione.

Cartografia

Ti sei mai chiesto dove si trovano le tubature del gas che corrono sotto le strade ed i marciapiedi della tua città? Noi le conosciamo

Cartografia

Impianti di distribuzione (REMI)

Le cabine di prelievo sono gli impianti che connettono le reti di distribuzione locali alla rete nazionale dei metanodotti. Sono codificati dall'impresa di trasporto con un codice REMI (acronimo che indica un impianto di regolazione e misura). Si tratta di impianti complessi che assolvono a diverse funzioni, tra cui la misurazione della quantità di gas prelevato e una prima riduzione della pressione per consentirne l'instradamento verso la rete cittadina.

Attualmente Toscana Energia dispone di circa 70 cabine di prelievo, tutte dotate di avanzati sistemi di telecontrollo e telelettura: il telecontrollo consente la massima tempestività di intervento in caso di anomalia; la telelettura permette la rilevazione in continuo di una serie di parametri relativi alla gestione dei flussi di gas nonchè la rilevazione della misura del gas in ingresso nella rete.

Nelle cabine di prelievo avviene anche un'altra operazione molto importante, quella della "odorizzazione" del gas. Il gas naturale, infatti, oltre ad essere incolore, è anche scarsamente odoroso. Per tale ragione, la legge prescrive che venga preventivamente odorizzato aggiungendo uno specifico additivo che ne renda percepibile la presenza all'olfatto in caso di dispersione.

Per l'odorizzazione del gas esistono diverse tecniche, a seconda del tipo di cabina e dell'estensione della rete a cui afferisce. Il grado di odorizzazione del gas viene poi tenuto sotto controllo attraverso una serie di verifiche periodiche in punti prestabiliti della rete di distribuzione.

Programma mensile degli interventi


In riferimento a quanto previsto dall'art. 6.1 della Deliberazione n. 138/04 dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas, viene pubblicato in allegato il "Piano mensile degli interventi".

Programma annuale estensione rete


In riferimento a quanto previsto dall'art. 6.1 della Deliberazione n. 138/04 dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas, viene pubblicato in allegato il "Programma annuale degli interventi di estensione rete".

Regolamento lottizzazioni
 

Toscana Energia collega alla rete pubblica di distribuzione del gas da essa gestita le nuove porzioni di gasdotto realizzate nelle aree di nuova urbanizzazione, concesse in lottizzazione privata, da imprese incaricate dai privati lottizzanti nell’ambito di progetti autorizzati dalle Amministrazioni comunali o richiesti da un privato cittadino autorizzato.

Il Regolamento allegato contiene tutte le indicazioni relative alle modalità di richiesta nonché le disposizioni e i riferimenti riguardanti i principi, le disposizioni tecniche, i prezzi, le modalità e i tempi di realizzazione del collegamento delle lottizzazioni alla rete esistente di distribuzione del gas. Tali disposizioni dovranno essere osservate in tutti i casi di estensioni rete in aree di nuova urbanizzazione, concesse in lottizzazione privata.