Impianti a Biometano

Insieme alle fonti di energia a emissioni zero come l’energia solare ed eolica, il biometano è una fonte energetica sostenibile capace di ridurre significativamente le emissioni di gas serra. Toscana Energia vuole essere, insieme al Gruppo Italgas, parte del cambiamento verso la transizione energetica attraverso lo sviluppo di progetti legati ai green gas.

La nostra rete di distribuzione completamente digitalizzata sarà in grado di accogliere il biometano, una fonte energetica rinnovabile, prodotta dal recupero degli scarti di campi di ortaggi, come i pomodori, di vigne o anche dei frantoi.

Chiunque abbia un impianto di biometano ha la possibilità di richiedere l’allacciamento alla rete di trasporto o alla rete di distribuzione. La connessione di impianti di biometano è possibile solo se l’operazione di immissione nel sistema di distribuzione non comporti problemi di ordine tecnico o rischi in termini di sicurezza generale.

Toscana Energia si impegna ad offrire ai produttori di biometano la massima trasparenza facilitando l’accesso alle proprie reti, nel rispetto della qualità e sicurezza del servizio.

 

 

Come richiedere la connessione del proprio impianto di biometano alla rete
 

Toscana Energia offre gratuitamente l’opportunità di una verifica preliminare di fattibilità tecnica della connessione, anche se non si tratta di un passaggio obbligatorio, e di ottenere l’esito in tempi rapidi.

Per richiedere la verifica preliminare basta compilare il Modulo di richiesta di fattibilità preliminare  e inviarlo tramite pec all’indirizzo allacciamenti-biometano@pec.toscanaenergia.it

È necessario fornire poche informazioni: i dati personali, l’ubicazione e alcuni dati tecnici. L’effettiva realizzazione dell’impianto per l’immissione in rete, e il successivo esercizio dello stesso, è subordinato alla sottoscrizione di un “Regolamento di Connessione ed Esercizio per l’immissione diretta di biometano nelle reti di distribuzione”.

Per procedere con la richiesta di connessione dell’impianto basta seguire pochi passaggi: 

 

Scarica il Modulo per la richiesta di connessione per singolo impianto di produzione e compilalo in ogni sua parte corredandolo degli allegati richiesti.

 

 

Trasmetti la modulistica opportunamente compilata, comprensiva degli allegati, via pec.

 

 

Concorda, dopo la richiesta di connessione, l’individuazione del punto di immissione e del punto di consegna mediante la stesura congiunta di un Verbale di ubicazione.

 

 

Accetta il preventivo per poter avviare l’iter di realizzazione dell’impianto di connessione

 

 

Altre informazioni utili per la richiesta di connessione dell’impianto

La richiesta di connessione comporta un versamento di cauzione pari a 2.000€ a garanzia della manifestazione di interesse del richiedente a favore di Toscana Energia S.p.A. che sarà restituita se la verifica di fattibilità della connessione abbia esito negativo, o che al contrario, sarà trattenuta a titolo di rimborso spese per gli studi di fattibilità, se il richiedente non accetti il preventivo entro i termini previsti dallo stesso. Nel caso di accettazione dell’offerta, la cauzione sopracitata verrà interamente destinata a compensazione della prestazione.  

Sede Legale:
P.zza E. Mattei n° 3
50127 Firenze
Sede Amministrativa:
Via Bellatalla n° 1, Loc. Ospedaletto
56121 Pisa